Menu principale
Home
Il Progetto
Programma Terre Alte
Programma Alto Mare
Fotogallery
Archivio News
Facebook
Il Format TV
Advertisement
::::: Terrealte Altomare vince la settima tappa del giro d'Italia a vela ::::: PDF
L’equipaggio, che ha vinto a bordo di Emilia - Romagna Pandora, aveva intrapreso l’avventura del Giro lo scorso 20 giugno, per presentare a tutta  Italia il progetto TERREALTE ALTO MARE, programma triennale dell’Assessorato regionale Turismo  rivolto ai ragazzi di età compresa tra i 15 e i 30 anni  e finalizzato a promuovere la Regione Emilia - Romagna nel segno della vacanza attiva, dall’Appennino alla costa.
Per questo, la media di età dell’equipaggio a bordo di Emilia - Romagna Pandora, si aggira intorno ai 20 anni, vi compaiono alcune  promosse della vela italiana, come il cervese Nicola Bissi, medaglia d’oro nella Coppa dei Campioni categoria Radial U-17. Nicola sta rapidamente scalando la ranking nazionale, ma è alle prime armi con la vela d’altura. Risultato eccellente quindi quello di questa tappa, che permette all’equipaggio di posizionarsi tra i favoriti del Giro, anche grazie a Pino Acquafredda, lo skipper venticinquenne che percorrerà l’intero”Giro” insieme ai giovani velisti che, da tutta l’Emilia –Romagna,  si alterneranno alle drizze, randa e timone da qui al 20 di luglio. Ma a sostegno del progetto, a bordo di Emilia-Romagna Pandora sono scesi in mare in mare anche numerosi nomi eccellenti della vela,  come il fuori classe del match racing Matteo Simoncelli e gli ex campioni del mondo 420, i fratelli Dario e Marcello Luciani.
Con la benedizione del patron della manifestazione, Cino Ricci, l’esperienza di questi ragazzi sta presto assumendo i giusti contorni, rappresentando un’immagine dinamica di Costa e delle opportunità che offre ai giovani attraverso la pratica sportiva.
Grande entusiasmo ha inoltre suscitato l’iniziativa coordinata dall’Assessorato regionale Turismo dal titolo “Dentro la regata”, dove nelle tappe di Ravenna e Cattolica, giovani turisti hanno effettuato escursioni giornaliere in mare per seguire da vicino gli equipaggi del Giro, accompagnati da skipper professionisti che commentavano la gara.
“I ragazzi dell’equipaggio, così come i destinatari del progetto - dichiara il giovane skipper, Pino Acquafredda  - sono giovani che hanno trovato nella vela divertimento, passione, disciplina e coraggio, a dimostrazione del fatto che le opportunità offerte dalla costa emiliano-romagnola per il diporto nautico sono ricchissime. Basta pensare alla tradizione di grandi velisti romagnoli, come Simone Bianchetti. Con gli ultimi piazzamenti l’equipaggio dimostra di essere affiatato, determinato a strappare la maglia rosa del Giro agli avversari” .
Ora li attende la prossima tappa, 150 miglia di percorso per giungere a Bisceglie, Bari, il prossimo 20 luglio.